Enna, Archivio

Nicosia, in stallo l’affidamento del Polivalente

NICOSIA. Gli sportivi e gli amatori continuano a frequentarla nonostante non sia fruibile e l’unica certezza per il Polivalente di Fiumetto rimane lo stallo di un affidamento al Comune che non si sblocca. A maggio dello scorso anno si era arrivati ad un accordo tra amministrazione comunale e provinciale per l’affidamento definitivo al Comune e il passaggio di proprietà della struttura sportiva, poi l’arrivo del commissario straordinario ha bloccato l’iter per la valutazione della pratica. Circa quattro anni fa la Provincia, che ha realizzato con fondi propri ormai 13 anni fa il Polivalente, aveva espresso la volontà di dare in gestione al Comune la struttura che sarebbe rimasto di proprietà provinciale. Poi con la soppressione delle Province si era ipotizzato che il Polivalente potesse entrare a far parte del demanio comunale. La consegna da parte della Provincia era avvenuta a giugno del 2011, ma era rimasta solo sulla carta. Dal 7 giugno del 2011 il Comune avrebbe dovuto essere gestore unico del Polivalente di Fiumetto, ma una clausola che ne impediva l’affidamento in gestione ad altri enti ed associazioni aveva bloccato la fruizione perché il Comune non sarebbe stato in grado, per carenza di fondi, ad approntare le rifiniture necessarie alla piena fruibilità. Il Polivalente, in contrada Fiumetto, con l’unica pista d’atletica esistente in Provincia e nell’arco di 70 chilometri era stato completato nel 2001, ma non è mai entrato in funzione perché non è mai stato dotato della necessaria attrezzatura per lo svolgimento dell’attività agonistica. In questi anni di attese e rimpalli i tanti sportivi che continuano a frequentare l’impianto nonostante il degrado che lo caratterizza, hanno sperato in una piena fruibilità, che però ancora non si intravede. La struttura, composta di un campo di calcio regolamentare, della pista di atletica leggera, di pedane per salti e lanci, spogliatoi, magazzino e ampio parcheggio su un area complessiva di 36.000 metri quadrati, anno dopo anno continua a subire danni dovuti alla mancata manutenzione e anche ad un uso improprio, oltre che ad atti vandalici. La struttura sportiva che è costata tre miliardi e mezzo delle vecchie lire, per la sua posizione potrebbe diventare un punto di riferimento per il territorio. Si trova infatti in contrada Fiumetto vicinissima allo svincolo Nicosia Sud della Nord - Sud e quindi facilmente raggiungibile anche dai Comuni del comprensorio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati