Enna, Archivio

Cimitero di Enna nel degrado, erbacce anche tra i loculi

ENNA. Il vicesindaco Salvatore Cappa appena può avanza gli interventi fatti al Cimitero. Di certo il Cimitero è mediamento più pulita di prima e le emergenze che in anni passati sono state registrate in questo ultimo periodo non si presentano. Tutta la struttura è entrata in una fase di ordinarietà che fa ben sperare per ulteriori interventi che la qualificherebbero di più. Ma c'è un evidente buco nero che va segnalato e che offre un orribile visuale a chi percorre il viale principale. Il vecchio loculario è in uno stato di abbandono totale con le erbacce che ne hanno preso possesso. In particolare in due loculi la vegetazione è così fitta e così ingombrante che si allarga all'intero spazio. L'amministrazione, come ci è stato confermato dallo stesso vicesindaco che in atto si trova fuori sede, ha intenzione di demolirlo e costruire un loculario nuovo. Idea egregia, senz'altro da approvare e sostenere, ma fintantoché il cantiere non si apre è giusto mantenere anche questa struttura pulita. Ne vale del decoro dell'intero cimitero che il loculario centrale sia più pulito. Ed infatti il vicesindaco Cappa ha fatto presente che al suo rientro riprenderà il discorso sulla struttura e verrà valutato una operazione di pulizia del prospetto. Intanto sempre riguardo il cimitero, gli uffici comunali stanno lavorando sul censimento delle edicole funerarie che risultano abbandonate. Un primo elenco è stato formulato da qualche settimana a questa parte e ve ne risultano incluse circa un centinaio. Ma è possibile che a breve tale numero possa aumentare. L'obiettivo del Comune è assegnare in concessione lo spazio ai tanti richiedenti che vogliono costruire un'edicola funeraria. Gli uffici lavorano anche per definire meglio costi e criteri per far accedere alle concessioni. È bene precisare che per quanto riguarda le disponibilità quelle accertate lo sono state senza alcun dubbio. È questo un aspetto particolarmente sottolineato da Cappa. Una disponibilità di aree importante per il Comune e per la cittadinanza. Da una parte può essere il veicolo per portare nuova liquidità nelle casse dell'amministrazione e dall'altra le famiglie possono realizzare le edicole funerarie delle quali necessitano. È la sola soluzione per costruirne di nuove, infatti è noto che l'area del cimitero non si può ulteriormente allargare. Quindi le nuove concessioni devono avvenire su quelle più antiche. Altro aspetto sul quale il vicesindaco Cappa sta lavorando è l'istallazione di 150 pannelli fotovoltaici pilota in altrettante edicole. Una prima gara è saltata per cavilli burocratici. Ma il Comune ci crede in questo percorso e gli uffici sono già attivi su una nuova procedura che nelle prossime settimane dovrebbe essere formalizzata. Si tratta di un progetto pilota che tende ad abbattere sia il costo dell'istallazione della rete che quello della manutenzione dei singoli apparati. Intanto, continuano le segnalazioni riguardo la folta vegetazione che in alcuni punti non permette la visuale dello splendido panorama che offre il viale Caterina Savoca. La via che dal Castello di Lombardia porta in piazza Prefettura è continua meta di turisti ma arbusti e fogliame in alcuni tratti impediscono la visuale ed invadono il marciapiede. In molti fra cittadini e visitatori chiedono maggiore attenzione per una pulizia più netta dell'intero viale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati