Enna, Archivio

Enna: Panoramica, a settembre partono i lavori

ENNA. Si dovrà attendere settembre per vedere ruspe e operai al lavoro sulla Sp 2, la Panoramica, uno degli ingressi più importanti del capoluogo chiusa al transito da cinque anni. L'intero carteggio oggi giace al Tar di Catania per via di una impugnativa formulata dalla ditta che depositò la seconda offerta al bando di gara proposto dall'Urega. Giovedì scorso i giudici amministrativi catanesi hanno tenuto un'udienza per l'esame del ricorso. Ad oggi non si conosce ancora la data del prossima seduta dei giudici, ma siccome hanno fatto sapere che emaneranno una sentenza breve con ogni probabilità il giudizio dovrebbe uscire nel giro di 15/20 giorni. La Provincia che è competente sulla strada attende con impazienza il via libera del Tar. Solo dopo sarà possibile consegnare i lavori alla ditta vincitrice dell'appalto e quindi iniziare l'iter per attivare il cantiere. Si ebbe notizia dell'esito della gara di appalto lo scorso 24 febbraio poi la contestazione e adesso il contenzioso al Tar di Catania. L'Urega aggiudicò i lavori ad un'ssociazione temporanea d'imprese, dove la dittà Ingrà di Enna figura quale socio mandante. La Panoramica fu chiusa nel febbraio del 2009 poichè due arcate vennero giù per via delle piogge che in quel mese dell'anno furono particolarmente copiose. Solo per un miracolo in quel momento non transitavano nel tratto di strada autoveicoli. E così Polizia e tecnici dovettero fortunatamente fare solo il conto dei danni strutturali. Ci sono voluti ben quattro anni per sbloccare il finanziamento di 6 milioni e 550 mila euro che il governo nazionale aveva immediatamente approntato. L'arrivo del ministro Giulio Tremonti nel dicastero dell'Economia determinò una stasi per l'intera misura che incorporava l'intervento. E solo nell'ultima parte della presidenza della Provincia di Giuseppe Monaco, grazie anche al pressing operato dall'allora assessore ai Lavori pubblici Antonio Alvano, è stato possibile sbloccare il finanziamento. La Panoramica sta vivendo lo stesso iter di altri appalti tutti bloccati per contenziosi vari. Si attende quindi nelle prossime settimane la decisione del Tar che consentirà di sbloccare l'iter per l'aggiudicazione dei lavori. Vale la pena sottolineare che grazie ad uno degli ultimi provvedimenti dell'ex presidente Monaco e del suo assessore Alvano alla cifra appena citata è stata aggiunta un'ulteriore somma di 800 mila euro per ristrutturare in ogni suo aspetto l'intero tratto di strada. Per completare i lavori i progettisti hanno stimato un'attività di cantiere di circa 400 giornate lavorative, questo vuol dire che l'intera opera dovrebbe essere riconsegnata funzionante alla Provincia fra circa due anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati