NUOVA SEDE

Piazza Armerina, la Diocesi trasloca a Piano Calarco

di
Dopo quasi due anni di lavori, costati 2 milioni e 700 mila euro, è tutto pronto per il trasferimento. I locali sono dotati di impianti di videosorveglianza

PIAZZA ARMERINA. Dopo quasi due anni di lavoro e un intervento da 2 milioni e 700 mila euro sono giorni di trasloco per la Diocesi di Piazza Armerina. Appartamento del vescovo, alloggi dei prelati e uffici della Curia sono in fase di trasferimento dalla vecchia sede di via La Bella alla nuova di Piano Calarco, accanto alla cattedrale e al museo diocesano. Il vescovo don Rosario Gisana tra oggi e domani dovrebbe trascorrere la sua prima notte nel suo nuovo appartamento, al primo piano dell'ex ospedale convertito in episcopio e sede degli uffici.

Scatole, libri, mobili e valigie tra i corridoi al piano terra, spostamento di arredi, allestimento degli alloggi e della mensa, con i parroci impegnati in prima linea, carrelli, scale e chiodi alla mano, nella nuova sistemazione di stanze e uffici. Un impianto di videosorveglianza vigila contro il rischio di intrusioni notturne, anche se con il trasloco in corso alcuni parroci già in questi giorni cominceranno a vivere, lavorare e dormire negli appartamenti ricavati all'interno della nuova Curia. Nessun pericolo di furti, quindi, con il primo piano che di fatto si trasforma anche in una vera e propria comunità, con tanto di mensa comune riservata a chi abita e lavora nel cuore pulsante della Diocesi armerina.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X