GIOSTRA DEL SARACENO

Il Palio di Piazza Armerina non andrà in trasferta

di
Il sindaco Miroddi fa dietrofront: al Carnevale di Acireale andranno solo 80 figuranti

PIAZZA ARMERINA. Nessuna «Giostra del Saraceno» in trasferta al Carnevale di Acireale, il sindaco Filippo Miroddi costretto a fare dietro front dopo la decisione di alcuni comitati di quartiere di non prendere parte all'iniziativa. L'amministrazione comunale costretta a rivedere gli accordi con il comune di Acireale.
La partecipazione del Palio dei Normanni alla famosa kermesse acese, programmata da Sala delle Luci per fini promozionali, fortemente contestata dalle opposizioni perché giudicata in qualche modo "blasfema" rispetto alla tradizione storica e religiosa della città dei mosaici, ci sarà lo stesso. Ma sarà certamente ridimensionata rispetto agli accordi originari.
«Contrariamente agli accordi verbali intercorsi, sono dispiaciuto di doverti comunicare l'impossibilità di effettuare la Giostra del Saraceno presso il tuo comune per sopraggiunti problemi tecnico-organizzativi», ha scritto il sindaco Miroddi in una nota inviata al collega acese Roberto Barbagallo che nelle scorse settimane era anche stato in città e aveva dato e ricevuto rassicurazioni sull'iniziativa.

La Giostra rappresenta il momento simbolicamente più importante e affascinante della rievocazione storica piazzese: i cavalieri dei quattro quartieri si sfidano in quattro prove di abilità contro il busto girevole in legno del saraceno. Si tratta dell'ultima delle tre giornate ogni anno in programma dal 12 al 14 agosto. Ad Acireale sarebbe stato simulato un pezzo della Giostra, con l'obiettivo di fare promozione alla manifestazione e al patrimonio storico e artistico locale. Ma mescolare la tradizione storica e religiosa del Palio con sfilate, maschere e coriandoli è stato considerato da molti come "profano". Non è un caso che il consiglio comunale si riunirà in seduta straordinaria il 2 febbraio, tentando di stoppare l'iniziativa, Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale ha chiesto le dimissioni del primo cittadino e i grillini piazzesi hanno anche scritto a Papa Francesco chiedendo di bloccare la "sacrilega" trasferta acese.
Il primo cittadino piazzese, nella lettera al collega Barbagallo, però, assicura lo stesso "la presenza di un corteo in costume storico medievale composto da un'ottantina di figuranti che consentiranno comunque di rappresentare una parte importante della manifestazione storico-medievale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X