LA DENUNCIA DEL M5S

Mancano le chiavi dell'elisoccorso: "Infartuato rischia di morire a Leonforte"

Per raggiungere l'elicottero, hanno così dovuto rompere, dopo 20 minuti di attesa, il lucchetto che chiudeva il cancello

ENNA. Mancano le chiavi della pista dell'elisoccorso dell'ospedale di Leonforte, in provincia di Enna, e un paziente colto da infarto, in attesa di trasferimento (a Enna o a Catania), rischia di morire.  Solo la rottura del lucchetto del cancello di accesso alla pista, dopo circa 20 minuti, in attesa che arrivasse il responsabile del Comune con le chiavi, ha permesso all'infartuato e all'ambulanza di raggiungere l'elicottero, pronto al decollo.

A denunciare l'episodio sono stati il M5S di Leonforte e il comitato Pro Salute dell'ospedale.  E sembrerebbe non sia la prima volta che il mancato arrivo della chiavi rallenti drammaticamente la macchina dei soccorsi.

Secondo quanto raccontato dal comitato Pro Salute, il dipendente del Comune in possesso delle chiavi non sarebbe stato avvertito. «In ogni caso - dicono i deputati del gruppo parlamentare M5S all'Ars - è assurdo che le chiavi non stiano in ospedale, ma a circa un chilometro e mezzo di distanza». Per chiedere di fare chiarezza sulla vicenda, intanto il deputato Stefano Zito, vicepresidente della commissione Sanità di palazzo dei Normanni, ha scritto all'assessore alla Sanità Borsellino. A tenere le chiavi lontane dall'ospedale sarebbero questioni burocratiche e autorizzazioni mancanti, che avrebbero spinto il Comune a prendere in carico la situazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X