TRIBUNALE

Enna, il caso della "baby prostituta": tutto pronto per la sentenza

di

ENNA. Adesso tutte le prove della pubblica accusa, comprese le ultime intercettazioni, sono in mano al giudice David Salvucci. E così, a quasi un anno dalla requisitoria del Pm, finalmente è tutto pronto a Caltanissetta per la sentenza del processo Pandemia, sul giro di prostituzione minorile sgominato dalla Squadra Mobile di Enna nel settembre del 2012, nel capoluogo.

Il 16 giugno, giorno a cui è slittata la sentenza, saranno passati undici mesi dal luglio dell'anno scorso, quando il Pm chiese 10 anni di reclusione per la presunta sfruttatrice e pene da un anno e quattro mesi a due anni e otto mesi per quattro dei presunti «clienti» di una baby prostituta ennese. La sentenza era attesa per la settimana scorsa, ma come detto è stata rinviata. Ad allungare i tempi è stato un supplemento istruttorio, con cui è stata disposta la trascrizione di dieci intercettazioni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X