TRIBUNALE DI CALTANISSETTA

Colpisce col coltello la ex fidanzata a Enna, ora potrebbe tornare in libertà

di
È atteso nelle prossime ore da Caltanissetta il verdetto sul giovane accusato di tentato omicidio

ENNA. È atteso nelle prossime ore dal Tribunale di Libertà di Caltanissetta il primo verdetto collegiale sul caso di Giovanni C., il ventiquattrenne ai domiciliari dalla sera del 21 aprile scorso, quando è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile e della sezione Volanti della Questura dopo aver accoltellato la sua ex. Secondo la polizia e la Procura, lui ha tentato di strangolare la ragazza e l'avrebbe pure colpita brutalmente, prima di sferrare una coltellata con cui, fortunatamente, l'ha centrata solo a un braccio.

Per questo è accusato di tentato omicidio. Ma secondo la difesa, che ha fatto ricorso e che l'altro ieri mattina ha ribadito le proprie ragioni in udienza, dinanzi ai giudici del Tribunale del Riesame, invece, l'accusa dovrebbe essere derubricata a lesioni personali e il giovane dovrebbe essere liberato dai domiciliari. Per la difesa, che contesta in parte anche la ricostruzione dei fatti emersa sinora, non ci sarebbero i presupposti per il tentato omicidio. Da qui l'impugnazione dei gravi indizi e delle esigenze cautelari che hanno imposto i domiciliari. Di tutt'altro avviso è stata invece la Procura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X