LIBERO CONSORZIO

Ex Provincia di Enna sull’orlo del baratro: il primo ostacolo è il varo del bilancio

di

ENNA. Una corsa contro il tempo quella dell'ex Provincia per tentare di non scivolare in un default imposto da Stato e Regione. Nell'immediato la situazione più drammatica la vive l'ex Provincia di Enna. Il dissesto provocherebbe la mobilità per gran parte dei dipendenti di ruolo, taglio dei contratti per i precari e cancellazione dei servizi nel territorio. Motivi generali e particolari che investono tutte le provincie, ecco perché il commissario straordinario Pietro Lo Monaco ha organizzato, proprio ad Enna, un incontro con i colleghi siciliani per per lunedì 6 giugno per fare il punto della situazione.

Il primo ostacolo da superare è il varo del bilancio di previsione entro il 30 luglio. A questo riguardo il governo regionale si è mosso e propone in un ddl la predisposizione di bilanci annuali, senza i triennali, e lo storno di 10 milioni di euro per rimpinguare le casse delle ex Province. È necessario che l'Ars proceda alla riforma: «Nelle more - dice Lo Monaco - c'è da capire come si muoverà il parlamento regionale. È importante la dichiarazione del presidente dell'Ars, Ardizzone, secondo il quale il default degli enti intermedi porta con se il dissesto della Regione».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X