RIFIUTI

Enna, i turisti "bacchettano" il Comune: "Città bella ma poco pulita"

di

ENNA. La cantilena dei turisti che arrivano in città è sempre la stessa. Cambia la lingua ma non il contenuto: «Enna è una bella città, molto panoramica con un gran patrimonio, ma sporca e trascurata». E come fare a dare torto a chi spende il proprio tempo libero per visitare la città? Le strade, in ogni giorno della settimana, non sono un bell'esempio di cura e pulizia. Poi la domenica si risvegliano ancora più sporche per la movida della notte. E fino a lunedì nessuno provvede a ripulire. Se per le vie la pulizia è un'optional, per i cestini porta rifiuti lo è ancora meno.

In città ne sono presenti pochi e molti sono malconci. Mai vengono svuotati con cadenza giornaliera, tanto è vero che sono quasi sempre zeppi. Senza contare che dopo poche ore dal deposito dei rifiuti, considerato il caldo di queste settimane, nei pressi degli stessi cestini l'odore non è gradevole. In alcune piazze poi ogni spazio è stato trasformato in deposito di bottigliette, cartoni e carte. In piazza Napoleone Colajanni, per esempio, da anni tre artistici candelabri sono stati tagliati mantenendo ben ancorata al terreno la base cava di circa un metro. Per la verità la base è rimasta cava per solo qualche giorno perchè poi è stata riempita e mai svuotata di bottigliette e bicchieri di plastica.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X