L'ACCORPAMENTO

Prefettura di Enna, parte la "crociata" contro la chiusura

di
Stamattina Dipietro incontrerà i sindaci dell’Ennese nella sala dell'ex Provincia per concertare le iniziative da intraprendere

ENNA. Sono tre le prime iniziative che sono scattate sul territorio per tentare di evitare l'accorpamento, entro il 2016, della Prefettura di Enna con quella di Caltanissetta. Un provvedimento che evita di dichiarare espressamente la soppressione dell'ufficio del governo ma che nei fatti è proprio tale. Stamattina il sindaco Maurizio Dipietro incontrerà i sindaci dell'ennese nella sala dell'ex Provincia per concertare le iniziative da intraprendere. Venerdì scorso i gruppi consiliari a Sala d'Euno del Pdr, Patto per Enna, Amare Enna ed Enna rinasce hanno presentato all'uffficio di presidenza un ordine del giorno contro «soppressione della Prefettura».
Una decisione sottolineano i rappresentanti dei gruppi che «determina un arretramento nella nostra realtà dei presidi di legalità, in un momento di massima emergenza in materia di gestione dell'immigrazione e della sicurezza».

Pdr, Patto per Enna, Amare Enna ed Enna rinasce hanno chiesto al presidente del consiglio Ezio De Rose «la convocazione di una seduta aperta» invitando «il prefetto, il questore, la deputazione nazionale e regionale».

Infine va sottolineata l'iniziativa del sindaco di Troina Fabio Venezia il quale ha annunciato che nei nei prossimi giorni verrà chiesto un incontro con il vice ministro dell'Interno Filippo Bubbico «per investirlo di questa delicatissima questione».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X