IL CASO

Enna, la soppressione della Prefettura: "Decisione non ancora presa"

di

ENNA. L'assenza del deputato nazionale del Pd Maria Greco alla seduta di consiglio comunale, convocata per opporsi all'accorpamento della Prefettura di Enna con quella di Caltanissetta, era stata stigmatizzata da tutti i presenti. Solo un laconico messaggio per spiegare che «l'assenza era dovuta a precedenti impegni istituzionali». Adesso la Greco prende posizione e lancia una notizia che ridà fiato a chi si batte per mantenere l'ufficio del governo ad Enna: «La soppressione della Prefettura non è una certezza».

La parlamentare nazionale se n'è fatta convinta dopo una nutrita serie di incontri istituzionali avuti nella capitale. E aggiunge: «Ho manifestato nei giorni scorsi pubblicamente il mio personale disappunto per la soppressione della Prefettura che rappresenta un importante presidio di legalità. Ho incontrato il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia sollecitandola a rivedere la decisione e a valutare la necessità di un differimento dei termini del provvedimento di accorpamento». La Greco è ben cosciente che un taglio della Prefettura mette a repentaglio la presenza sul territorio di numerosi presidi quale la Questura, il comando dei Vigili del fuoco, dei Carabinieri e della Guardia di finanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X