SEMILIBERTA'

Gregge al pascolo nel Castello, condannato pastore di Nicosia

di

NICOSIA. Arrestato, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Enna, il pastore nicosiano Salvatore Muzzicato di 59 anni. L’uomo, molto conosciuto in città, è stato condannato per furti, danneggiamenti, introduzione di animali nel fondo altrui, pascolo abusivo, simulazione di reato e diffusione di malattie fra gli animali. Dovrà scontare, in regime di semilibertà, 2 anni 8 mesi e 15 giorni.

L’arresto è stato eseguito nei giorni scorsi dagli agenti del Commissariato di Nicosia, diretti dal commissario capo Giovanni Martino, che hanno eseguito l’ordinanza emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario -Ufficio esecuzioni penali di Enna. Muzzicato è stato tradotto nella casa circondariale di Enna, dove dovrà scontare la pena in regime di semilibertà. L’uomo, classe 1959, che lavora al Consorzio di bonifica ed è un pastore. Lui stesso ebbe modo di dire, nel corso di un processo per minacce di qualche anno fa, cura “l’hobby della pastorizia”. Muzzicato è stato spesso al centro della cronaca giudiziaria per i tanti processi che lo hanno visto imputato, più volte anche per minacce.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X