MUNICIPIO

Piazza Armerina, la Regione "minaccia" un'ispezione

di

PIAZZA ARMERINA. La Regione minaccia un’ispezione nei confronti dell’amministrazione comunale sulla tenuta dell’inventario dei beni comunali. Dopo l’esposto partito dal consigliere comunale Alessia Di Giorgio, ex assessore della giunta guidata dall’attuale sindaco Filippo Miroddi, l’ufficio ispettivo del dipartimento regionale degli Enti locali scrive al Comune e da 30 giorni di tempo per ricevere una relazione dettagliata sulle presunte violazioni denunciate sulla vicenda dalla stessa Di Giorgio.

Secondo l’esposto l’inventario comunale attuale sarebbe incompleto, ad esempio mancante del riferimento ai beni mobili, pieno di lacune e altre violazioni. Anomalie che secondo la Di Giorgio dovrebbero far saltare Miroddi. «Il mancato aggiornamento dell’inventario comporta la decadenza del sindaco dalla carica», scrive l’ex assessore nell’esposto inviato agli uffici regionali. «Ma quale decadenza, resto pienamente in carica, si tratta solo di posizioni strumentali da parte di chi non governa più al mio fianco», si affretta a sottolineare il primo cittadino. Il dirigente del settore Programmazione e Gestione Economico-finanziaria, Maria Rosa Pascolato, intanto, ha scritto al dipartimento regionale fornendo le proprie spiegazioni in una relazione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X