PARTECIPATE

Valguarnera, toni infuocati sul Parco Floristella

di

ENNA. L’argomento «Floristella» domina in questi giorni la scena locale. Tante le iniziative, compresa quella di un comitato in fase di costituzione, per una petizione popolare e se il caso lo richiedesse, anche per un referendum. L’atto deliberativo dello scorso 2 aprile, votato dalla maggioranza consiliare, con il quale si sanciva l’uscita dall’Ente Parco ha prodotto parecchie ferite.

Il sindaco Francesca Draià, intervistata, smorza le polemiche e manifesta ottimismo sul mantenimento della partecipata: «L’atto deliberativo con cui si è stabilita l’uscita dall’Ente - esordisce- è il risultato di quanto ci imponeva la Corte dei Conti. La Corte ha chiesto di indicare le partecipate, dicendoci però che potevano essere mantenute solo se si dava seguito alle famose prescrizioni a cui la precedente Giunta doveva ottemperare: piano di razionalizzazione e rendicontazione. In mancanza di ciò avremmo dovuto dismettere. Ed è ciò che abbiamo fatto. Ma confido molto nell’incontro di lunedì alla Regione».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X