TRIBUNALE

Processo per mafia tra Troina e Cerami, chiesti 45 anni di carcere

di

ENNA. Il Pm Roberto Condorelli ha chiesto sei condanne, per un totale di 45 anni di reclusione, e un’assoluzione, al processo stralcio dell’inchiesta antimafia «Discovery», condotta dalla sezione criminalità organizzata della Squadra Mobile di Enna, sui presunti gruppi criminali operanti a Troina e Cerami.

Riguardo al gruppo dei «troinesi» sono stati chiesti 8 anni di reclusione per Patrick Schinocca, figlio ventitreenne di Davide - presunto capo della cellula troinese, che sarebbe stata collegata con il clan Santapaola di Catania (Davide Schinocca sarà processato con il rito ordinario ad Enna) - per Stefano Intili, coetaneo di Patrick, e per il ventiduenne Santo La Ferrera, e 7 anni per Serafino Impellizzeri, che ha 45 anni. I quattro sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X