PROCURA

"Truffa aggravata", ex consigliere di Enna finisce sotto inchiesta

di

ENNA. La Procura mette sotto inchiesta per truffa aggravata l' ex consigliere comunale di Enna Salvatore Di Mattia, accusato di avere presentato false richieste di rimborso per missioni fuori sede. Spese fittizie o non autorizzate - è l' ipotesi su cui lavora la magistratura requirente ennese - gli avrebbero fruttato in tutto, nel giro di quattro anni, poco più di 7 mila euro.

Assieme e lui è indagata, per falso ideologico aggravato e abuso d' ufficio, la funzionaria del Comune Giovanna Scilla, in veste di responsabile del servizio Area staff del Comune di Enna, accusata di avere intenzionalmente favorito Di Mattia, che è stato vicepresidente dell' aula di Palazzo di Città, attestando falsamente la congruenza e la rispondenza al vero della documentazione presentata da lui. Il sostituto procuratore Giovanni Romano ha depositato l' avviso di conclusione delle indagini preliminari a carico dei due. Di Mattia è difeso dall'avvocato Michele Caruso, la funzionaria dall'avvocato Michele Baldi.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X