Enna, Politica
GIUNTA

Consuntivo approvato a Enna, l'avanzo è di 17 milioni

di

ENNA. La giunta comunale guidata dal sindaco Maurizio Dipietro ha approvato il bilancio consuntivo 2015. In questo modo ha messo una pietra sopra le tante polemiche sorte sull' indicazione dell' avanzo di amministrazione senza un consuntivo approvato. «Non capisco le polemiche che sono nate - dice l' assessore al Bilancio Angelo Girasole -, considerato che ogni anno il consuntivo è stato approvato ancora più tardi».

Per Girasole, quindi, si tratta di un paradosso. «Questa volta lo stiamo approvando in ritardo, ma prima degli anni precedenti. La polemica è scoppiata lo stesso». Nonostante sia stato redatto tenendo conto delle nuove normative. «Abbiamo perso tempo perché la ragioneria è stata costretta ad accertare più volte i residui. Alla fine, però, abbiamo un dato certo sul quale ripartire per l' esercizio in corso». Un consuntivo che propone residui senz' altro corposi.

«La ragioneria ha accertato che abbiamo un avanzo di amministrazione totale di circa 17 milioni, mentre quello libero da vincoli è di circa 6 milioni». Su questi avanzi si esprimeranno di certo nei prossimi giorni i consiglieri. Non a caso da tempo nell' ambiente si vocifera di un avanzo di amministrazione, cioè di somme non spese, davvero consistente. E il consuntivo 2015 certifica proprio questa evenienza. I consiglieri adesso attendono la valutazione dei revisori dei conti per esprimere un loro giudizio che sarà di certo politico e tecnico allo stesso tempo.

Un primo giudizio lo fornisce comunque l' assessore Girasole: «È un bilancio che si sviluppa sull' attività del La Giunta municipale ha approvato il consuntivo relativo allo scorso anno. L' avanzo di amministrazione ammonta a 17 milioni l' amministrazione Garofalo per i primi sei mesi e poi per la nostra. Il documento ci dice che è necessario più impegno e più voglia di concretizzare. Non a caso somme scritte per i lavori del Belvedere, per i campi di Tennis e per altro non sono state ancora utilizzate». Quindi, il consuntivo adesso è al vaglio dei revisori e poi passerà alla seconda commissione consiliare guidata da Stefano Rizzo, per poi arrivare in aula per l' approvazione.

Intanto, la stessa commissione ha già avviato, la settimana scorsa, l' analisi del bilancio di previsione 2016 con una seduta alla quale ha partecipato l' assessore al Turismo Paolo Di Venti. Per martedì mattina Rizzo ha convocata un' altra seduta alla presenza dell' assessore alle Politiche sociali Giusi Macaluso. Poi sarà la volta dell' audizione del sindaco Maurizio Dipietro. In programma pure una riunione alla presenza dell' assessore Girasole per fare il punto sulla quota riguardante il bilancio partecipato.

Per quest' anno l' amministrazione, di comune accordo con la seconda commissione consiliare, ha deciso di destinare l' intero budget al sostegno di un settore particolarmente in crisi, il commercio. La somma messa a disposizione è di circa 25 mila euro, ma le associazioni di categoria chiedono che il sostegno sia un più corposo ipotizzando una somma intorno ai 50 mila euro. Alcune fra queste Cna, Confartigianato, Federteriziario, Cidec hanno preparato anche un progetto per avere una programmazione ben definita sulla quale muoversi.

L'obiettivo è ridare spunto al settore per riacquistare quella centralità regionale persa a scapito di altri territori dove gli operatori, evidentemente, si sono saputi muovere meglio nel tempo e con una visione proiettata al futuro. Insomma, i commercanti ennesi sanno di essere in presenza di un impasse davvero evidente, ma lo vogliono superare con idee, progetti e programmazione. In questo senso l' intero Comune, amministrazione e consiglio, si pone a fianco della cate.

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati