CARABINIERI

«Coltivava droga», centuripino finisce nei guai

di
centuripe, droga, Enna, Cronaca

CENTURIPE. Coltivazione di stupefacente, furto di energia elettrica e resistenza a pubblico ufficiale sono le accuse che, domenica scorsa, hanno fatto scattare il fermo nei confronti di Giuseppe Catania, 32 anni incensurato di Centuripe che era finito ai domiciliari. Il gip ha convalidato l' arresto e disposto l' obbligo di firma. Ogni giorno, alle 13, Catania si dovrà presentare alla Stazione dei carabinieri.

Il 30 settembre proprio i carabinieri della Stazione centuripina nel corso di una perquisizione, in casa e nella campagna dell' uomo che si tro va in contrada Casino, avevano rinvenuto 2 piante di marijuana alte 90 centimetri e 5 dosi di marijuana nascoste in un mobile, ma anche due trita erba intrisi di stupefacente e diverse bustine di plastica.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DI ENNA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

Scopri di più nell’edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Enna: i più cliccati