IL CASO

Crisi idrica in quattordici comuni dell'Ennese

di

ENNA. Crisi idrica per 14 Comuni ennesi. La siccità ha fatto diminuire il livello dell' acqua nella diga Ancipa e l' erogazione idrica è stata ridotta.

Turni a giorni alterni ad Enna, Piazza Armerina e Pietraperzia, per gli altri Comuni interessati, ossia Agira, Aidone, Calascibetta, Cerami, Gagliano, Nicosia, Nissoria, Sperlinga, Troina, Villarosa e Valguarnera, la società AcquaEnna che gestisce il servizio idrico integrato in Provincia non ha inviato comunica zioni. La notizia è stata diffusa ieri, con una nota a firma di Michele Zappalà, direttore generale di AcquaEnna, che ha informato dell' esito della riunione del 13 dicembre nella sede del Dipartimento regionale dell' Acqua e dei rifiuti.

«Il 13 dicembre - scrive Zappalà si è svolta una riunione avente per oggetto la riduzione di disponibilità delle fonti del sistema idrico di sovrambito, in conseguenza del perdurare del periodo di siccità. La Società Siciliacque - continua la nota ha provveduto ad effettuare un' ulteriore riduzione delle portate in uscita dalla diga Ancipa, che fa seguito ad una prima riduzione già apportata all' inizio dello scorso mese di novembre».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X