OPERAZIONE GOOD FELLAS

Leonforte, arrestato a Catania il presunto braccio destro del boss Seminara

di

ENNA. Dopo la morte di Salvatore Cutrona, vittima di un agguato a colpi di lupara a Raddusa, la mattina di Pasqua del 2015, sarebbe stato il quarantasettenne Giuseppe Arcaria, assieme a Salvatore Oglialoro, a rispondere direttamente a Salvatore Seminara, presunto boss provinciale di Cosa Nostra, che avrebbe fatto uccidere Cutrona ma che, nonostante questo, voleva mantenere invariati gli equilibri mafiosi a Leonforte.

Per questo Arcaria, arrestato ieri all’aeroporto di Catania, è il «nono uomo» a finire in carcere per l’operazione «Good Fellas». Soprannominato «Pino Mafia», il leonfortese è accusato di associazione a delinquere di stampo mafioso ed estorsione. È ritenuto uno degli esponenti dell’ultimo clan leonfortese, sgominato martedì dalla squadra mobile di Enna e dal commissariato di Leonforte.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook