TRIBUNALE

Minacce alla compagna di classe nell'Ennese: è stalking

di

ENNA. Si aggrava la posizione dei dieci ragazzi, oggi maggiorenni, che tra il 2011 e il 2012 avrebbero ripetutamente minacciato e schernito una loro compagnetta quindicenne, in un istituto superiore della provincia. Con una decisione a sorpresa, il Tribunale collegiale minorile di Caltanissetta, presieduto dal giudice Antonino Porracciolo, a latere Antonina Sabatino, al momento della sentenza ha disposto, tramite un’ordinanza, la trasmissione degli atti nuovamente alla Procura minorile.

Il processo retrocede nella fase delle indagini preliminari, dunque, perché i magistrati requirenti dovranno procedere con l’accusa di stalking, rubricando in questo modo le accuse di molestie e minacce, che erano state formulate originariamente. Oltre all’ordinanza, tuttavia, è uscita pure una sentenza, emessa sempre dal collegio penale minorile, che attribuisce a una compagna della vittima – tra gli imputati 8 sono ragazzi e 2 ragazze – la responsabilità per un’accusa di lesioni. La ragazza avrebbe lanciato un banco verso la vittima, provocandole delle lesioni all’addome e alle gambe, giudicate guaribili dai medici in 7 giorni. Per questo è stata condannata a 2 mesi di reclusione, con pena sospesa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X