NELL'ENNESE

Poca acqua nel lago Pozzillo, stop ai prelievi

di
Enna, Cronaca
Diga Pozzillo, fonte Wikipedia

ENNA. All’inizio della stagione irrigua, il lago Pozzillo era al massimo della sua capienza. Conteneva 60 milioni di metri cubi d’acqua, ovvero il limite imposto dall’ufficio dighe del ministero delle Infrastrutture per non correre rischi di straripamento. Ma adesso, a causa della siccità che da aprile non ha letteralmente dato tregua all’intera provincia di Enna, il livello è sceso al di sotto la soglia di allerta, fino a 5 milioni di metri cubi. È il quantitativo minimo possibile: diminuendolo, sarebbe compromessa la fauna ittica presente all’interno del lago.

Per questo da domenica scorsa è stato ordinato lo stop ai prelievi per scopo irriguo, importantissimi per l’agricoltura delle province di Enna e Catania. Secondo quanto spiegano dall’Enel, ente concessionario del servizio idroelettrico – che a sua volta viene penalizzato dallo stop ai prelievi, perché non può svolgere attività fin quando non riprenderà l’uso irriguo – la decisione è stata condivisa tra la Regione, le Prefetture e i Consorzi di bonifica delle due province, ma sono stati costantemente aggiornati anche i relativi uffici del Genio civile.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X