IL CASO

Allacci abusivi nelle sorgenti di Nicosia, aperta un’inchiesta

di

NICOSIA. Allacci abusivi nelle sorgenti del Campanito e della Grafagna, è questa l’ipotesi su cui si muove un’inchiesta, ancora in corso, del Nucleo operativo del Corpo forestale e dei carabinieri di Nicosia. Forestali e militari stanno passando al setaccio l’area per individuare gli allacci abusivi e arrivare ai responsabili.

Nel 2001 il Comune di Nicosia ha aderito al consorzio ATO 5 che, con un contratto di novembre 2004, ha affidato la gestione del servizio idrico integrato alla società Acqua Enna s.c.p.a. Con il contratto al Consorzio, e quindi ad AcquaEnna, sono state consegnate, per trent’anni, anche le otto sorgenti comunali del versante Campanito e versante Graffagna.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X