TRIBUNALE

«Minacce di morte a un leonfortese», inflitti 6 mesi: cade il metodo mafioso

di

LEONFORTE. Avrebbe minacciato di morte un leonfortese, che aveva «osato» rifiutarsi di bere qualcosa con lui e altri amici all’interno di un bar. Per questo Nicola  Guiso, quarantunenne di Leonforte detto «Dariu u lupu», già condannato a sei anni per mafia nel processo «Homo Novus», prende 6 mesi per minacce e lesioni personali (avrebbe strattonato la vittima provocandogli lievi lesioni).

La sentenza è stata depositata dal Tribunale collegiale di Enna, presieduto da Francesco Paolo Pitarresi, giudici a latere Nelly Gaia Mangiameli e Andrea Agate, che ha escluso l’aggravante del cosiddetto «contesto mafioso».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X