stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Piazza Armerina, Ikea arrederà la casa di accoglienza per le donne violentate
L'INIZIATIVA

Piazza Armerina, Ikea arrederà la casa di accoglienza per le donne violentate

di
L'Anas ha concesso l'uso gratuito per dieci anni, la società svedese la inserisce tra i suoi progetti sociali

PIAZZA ARMERINA. L'Anas ne ha concesso l'uso gratuito per dieci anni, una nota società multinazionale ne fornirà l'arredo e l'amministrazione piazzese ne assicurerà in modo gratuito i servizi di pertinenza comunale. L'ex casa cantoniera all'ingresso sud della città dei mosaici, accanto alla statale 117 Bis, sarà presto un una casa di accoglienza per donne vittime della violenza di genere. Ikea, l'azienda del nord Europa con sedi in tutto il mondo, arrederà a proprie spese la struttura di 400 metri quadri, avendo inserito la casa di accoglienza tra i propri progetti sociali.

Un'importante partnership per l'associazione DonneInsieme "Sandra Crescimanno" che gestirà il centro ed ha già ottenuto a Roma dai vertici dell'Anas il permesso speciale ad usare la struttura per i prossimi dieci anni. Le volontarie degli sportelli antiviolenza più volte avevano denunciato alle istituzioni locali la mancanza di una struttura di prima accoglienza, dove poter rifugiare in sicurezza, per il primissimo periodo, le donne ed i loro figli in pericolo di vita o nell'impellente necessità di un ricovero, possibilmente lontano dalla realtà in cui la violenza viene perpetrata.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X