stampa
Dimensione testo
CORTE D'APPELLO

"Concorso esterno in associazione mafiosa" per imprenditore di Enna

di
I giudici d’Appello ribaltano completamente la sentenza di assoluzione per Angelo Gloria, che ora dovrà scontare sette anni

ENNA. L'imprenditore Angelo Gloria, 41 anni di Enna bassa, è stato condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. È stata clamorosamente ribaltata la sentenza emessa in primo grado dal Tribunale di Enna, che lo aveva assolto con formula piena, dai giudici della Corte di Appello di Caltanissetta. La pena inflitta, pur pesante, è inferiore rispetto a quanto chiesto dal Pg d'appello Ferdinando Asaro, che era andato anche oltre rispetto a ciò che aveva chiesto in primo grado il Pm della Dda Roberto Condorelli.

Quest'ultimo, a Enna, aveva chiesto otto anni, prima di ricorrere in appello; mentre il Pg, nella sua requisitoria di ieri mattina, ha concluso chiedendo nove anni. La sentenza è stata emessa dalla Corte nissena, presieduta dal giudice Maria Giovanna Romeo. L'imprenditore Gloria, difeso dall'avvocato Egidio La Malfa, si è sempre professato innocente. Ma i giudici non hanno creduto alla sua versione dei fatti. La difesa non ha commentato la sentenza, annunciando solo che ricorrerà in Cassazione.

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X