stampa
Dimensione testo
SANITA'

Tagli e personale, protesta dei medici ospedalieri a Enna

di

ENNA. Un incontro urgente con il nuovo direttore generale dell'azienda Giovanna Fidelio a cui viene innanzitutto augurato buon lavoro per avviare un profiquo dialogo volto a risolvere le svariate problematiche del comparto. È quanto chiede la Cisl sia generale territoriale che del comparto medici per mezzo dei segretari generali territoriale Tommaso Guarino e dei «camici bianchi» Loredana Di Simone decisa al termine del direttivo provinciale del settore. Secondo Guarino e Di Simone oltre un quinquennio dall'istituzione delle Asp nessun miglioramento si è registrato nella sanità provinciale.

Anzi ha visto progressivamente i propri ospedali depauperarsi di personale, attrezzature e conseguentemente di pazienti ed i servizi territoriali, hanno visto sempre più ridurre i propri organici, a causa del blocco delle assunzioni che ha penalizzato le aree non di emergenza. Secondo i due segretari sia nei reparti ospedalieri che nei servizi territoriali gli organici sono ridotti al minimo, costringendo il personale a turni spesso in contrasto con le norme del contratto di lavoro. Ben 8 unità operative complesse nell'ospedale di Enna, più altre 3 negli ospedali periferici, nonché 5 territoriali sono da anni prive di direzione e, di volta in volta, affidate alla responsabilità dell'uno o dell'altro dirigente, con incarichi temporanei di sostituzione il cui affidamento, spesso discrezionale, non sempre ha privilegiato l'interesse del buon andamento del servizio. Ed in questo clima di deregulation non si è mai instaurato un serio confronto tra Azienda e parti sociali.

 

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X