stampa
Dimensione testo
VINTO IL RICORSO

Nicosia, i "fontanieri" tornano a lavoro dopo tre anni

di

NICOSIA. Finisce l’odissea dei fontanieri comunali che, dopo più di tre anni di fermo, il prossimo 2 maggio riprenderanno a lavorare. A deciderlo il giudice del lavoro del tribunale di Enna. «Ottemperiamo - dice Franz Bruno presidente di AcquaEnna - alla sentenza». Non è escluso, però che la società ricorra in appello. La vicenda dei cinque fontanieri parte da lontano.

Dal primo gennaio del 2014 non hanno effettuato nemmeno una giornata di lavoro. Cinque operai che hanno dovuto affrontare una vera e propria tragedia umana. I fontanieri, tutti dipendenti comunali, si erano rivolti al Giudice civile del tribunale di Enna presentando ricorso cautelare per chiedere l’annullamento della delibera di giunta che, a luglio 2014 e con effettivo retroattivo al precedente primo gennaio, li trasferiva ad AcquaEnna. Chiedevano anche di essere reintegrati nei ruoli comunali.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X