SANITA'

Nicosia, sale la tensione per il depotenziamento dell'ospedale

di

NICOSIA. Scioperi delle tasse e del voto, barricate e proteste è questa la volontà popolare dei molti nicosiani che ieri hanno partecipato, in massa, all’assemblea pubblica, promossa dal Comitato pro-ospedale, contro i forte depotenziamento del Basilotta di Nicosia. Linea del dialogo e dell’interlocuzione è, invece, la proposta del sindaco Bonelli. Prossima settimana previsto un incontro, con i vertici dell’Asp 4 di Enna per mettere nero su bianco in merito ad una proposta migliorativa che porterebbe a salvare Pediatria, Cardiologia e Chirurgia.

A definire “una tragedia”, a cui si sta cercando di porre rimedio, la trasformazione di Chirurgia da Unità operativa complessa ad Unità semplice con soli 6 posti letto in day - hospital, è stato il sindaco Luigi Bonelli che ha informato l’assemblea della fitta interlocuzione intavolata con la direzione dell’Asp di Enna e l’assessorato regionale alla sanità.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X