DA GDS IN EDICOLA

Palazzo del Governo, il prefetto di Enna chiede la messa in sicurezza

di

Fare rete per migliorare le risposte di protezione civile ed intervenire, al più presto sulla facciata del palazzo del Governo di Enna, da cui rischiano di crollare calcinacci e pezzi di marmo.

Sono queste le risultanze dell'incontro, di giovedì, fra il neo prefetto di Enna, Giusy Scaduto, e il capo dipartimento della Protezione civile regionale, l'ingegnere Calogero Foti.

L'incontro, che si è tenuto giovedì, si inserisce fra i tanti appuntamenti istituzionali, ma anche operativi, che il neo Prefetto, Giusy Scaduto ha avviato già dal giorno del suo insediamento avvenuto il primo aprile scorso. Già nel corso della sua prima giornata, il Prefetto aveva incontrato il Questore Antonino Romeo, il Comandante provinciale dell'Arma dei Carabinieri il tenente colonnello Saverio Lombardi, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza il colonnello Giuseppe Licari, il sindaco di Enna Maurizio Di Pietro e il Commissario straordinario del Libero consorzio comunale di Enna Ferdinando Guarino.

Già in quella sua prima giornata di lavoro ad Enna era emersa la volontà del Prefetto di fare rete e aveva infatti assicurato "il proprio personale impegno per agevolare ogni condiviso percorso, idoneo a dare risposte concrete ai bisogni della collettività, nel rispetto reciproco dei ruoli di ciascuno".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X