stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

L'Asp di Enna introduce il riconoscimento digitale per i dipendenti

di

Niente più cartellini da timbrare all'Asp di Enna che, da ieri, per controllare entrate e uscite dei dipendenti. o comunque gli spostamenti, ha introdotto la rilevazione biometrica delle presenze attraverso il riconoscimento dell'impronta digitale. Una nuova modalità che è «uno strumento attraverso il quale testimoniare la serietà e - afferma la direzione dell'Asp - l'affidabilità dei lavoratori dell'Azienda».

L'Azienda sanitaria ennese da ieri ha sostituito il sistema di rilevazione automatica, in pratica il macchinario che consentiva di strisciare il cartellino in maniera da registrare ogni movimento del lavoratore, avviando il nuovo sistema di verifica biometrica dell'identità, attraverso il riconoscimento dell'impronta digitale e per questo sono stati installati nelle diverse sedi aziendali, su tutto i territorio provinciale, i nuovi rilevatori della presenza.

Il nuovo sistema di rilevazione biometrica garantisce una maggiore affidabilità tecnica nella verifica dell'identità di ogni dipendete e quindi scoraggia i fenomeni di assenteismo o meglio scoraggia dalla tentazione di farsi strisciare il cartellino da altri. Il nuovo sistema di rivelazione biometrica, come sottolineano dall'Asp di Enna con una nota, rispetta «la vigente normativa in materia di trattamento dei dati personali. Tali dati rimangono memorizzati sul tesserino personale di cui è in possesso solo il dipendente».

L'articolo nell'edizione di Enna del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X