stampa
Dimensione testo
5 E 6 SETTEMBRE

Siciliantica, monumenti in apertura «straordinaria»

di

ENNA. Sarà una "Enna città aperta" da un punto di vista artistico - monumentale quella che le centinaia di soci delle 70 sezioni di Siciliantica si troveranno davanti il prossimo 5 e 6 settembre quando saranno a Enna per eleggere il nuovo consiglio regionale. In presidente della sezione ennese di Siciliantica Gaetano Marchiafava infatti ha definito un programma di attività previste nei due giorni ma che però sicuramente sarà arricchito da altri eventi in modo da presentare una città in tutta la sua bellezza con musei, monumenti e chiese tutte fruibili.

Inoltre in collaborazione con altre associazioni sul territorio da quelle culturali, di volontariato a di categorie sono previsti interessanti momenti di intrattenimento per i tanti ospiti che arriveranno a Enna nei due giorni. «Abbiamo già un programma di massima - conferma Marchiafava - ma stiamo cercando di arricchirlo ulteriormente in modo da renderlo il più ricco possibile». Per la città di Enna quello del 5 e 6 settembre è un importante appuntamento in chiave di promozione turistica della città che quindi non può permettersi di farsi trovare impreparata in particolare sull'aspetto organizzativo come la pulizia ed il traffico.

Tra l'altro c'è da non sottovalutare il fatto che nelle sere di sabato 5 e domenica 6 è anche previsto in piazza S.Agostino, il festival canoro dei bimbi, la più importante rassegna canora per bambini di tutta la provincia e non solo che richiama migliaia di persone anche da altri comuni non solo della provincia di Enna. Ad ogni modo gli appuntamenti già in calendario previsti prevedono nel pomeriggio di sabato 5 l'arrivo in un albergo di Pergusa delle delegazioni da tutta la Sicilia di Siciliantica e l'elezione del nuovo consiglio regionale che rimarrà in carica sino al 2018.

Dalle 17,30 le visite guidate la prima a Calascibetta con la visita al villaggio bizantino di Canalotto, incantevole insediamento rupestre unico nel suo genere nell'Italia meridionale, realizzato nel V secolo dai monaci basiliani provenienti dall'Oriente. In serata invece visita al centro storico della città dove è prevista l'esibizione di un gruppo folkloristico e visita ai mercatini dell'antiquariato e dei prodotti tipici in piazza Umberto. Nella giornata di domenica dalle 10 visita al castello di Lombardia con accoglienza all'interno da parte di un gruppo di figuranti in costumi medievali ed esibizione della Compagnia degli Arcieri del Castello di Enna.

A seguire la visita alla rocca di Cerere e dei recenti rinvenimenti archeologici della cosiddetta "area sacra" nell'adiacente contrada S.Ninfa. Nella tarda mattinata la guidata al Duomo, splendido monumento voluto nel XIII secolo dalla regina Eleonora d'Aragona, e ai suoi meravigliosi tesori. Nel pomeriggio a Pergusa la visita a Villa Zagaria nell'omonima contrada di proprietà della Provincia e che ospita i campi sperimentali internazionali del germoplasma dell'ulivo. Nel tardo pomeriggio la visita guidata della Torre ottagonale di Federico II con dimostrazione di tiro con l'arco a cura del Gruppo Storico Medievale di Enna.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X