stampa
Dimensione testo
LA NOTA

Piazza Armerina, il sindaco: "Si rivedano le tariffe dell'acqua"

di
acqua, tasse, Nino Cammarata, Enna, Economia

Parte dalla città dei mosaici, e in particolare dal sindaco Nino Cammarata che ritiene l'iniziativa una priorità, la richiesta di revisione delle tariffe del servizio idrico in tutto il territorio provinciale. Una richiesta che pone l'accento sul tema, tanto caro a chi abita nell'ennese: il "caro acqua" soprattutto per l'uso domestico, ma anche per quello non domestico e quello rurale.

«Chiedo - conferma il primo cittadini di Piazza Armerina - che vengano riviste le tariffe. Per questo ho inviato al presidente dell'Ato idrico di Enna la richiesta di convocare, con urgenza, l'assemblea dei sindaci per discutere la revisione delle tariffe idriche nella nostra provincia».

Da tempo ormai nell'ennese ci si lamenta e non sono solo i cittadini a farlo ma anche le associazioni di categoria, che la tariffa idrica è troppo alta, fra le più alte in Sicilia. «In ragione della scadenza prevista per il prossimo 30 novembre - scrive il sindaco Nino Cammarata nella sua richiesta inviata al presidente dell'Ato idrico e per conoscenza ai sindaci di tutti i comuni ennesi - come termine ultimo per la revisione delle tariffe idriche per la nostra provincia, si richiede la convocazione con urgenza dell'assemblea dei sindaci».

L'articolo completo nell'edizione di Agrigento, Caltanissetta ed Enna del Giornale di Sicilia di oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X