stampa
Dimensione testo

Polemiche a Regalbuto: "Tradito il patto con gli elettori"

di

REGALBUTO. Tradito il patto e gli impegni presi con gli elettori. È questa l’accusa del movimento Democratico Regalbutese nei confronti di Francesco Bivona, primo cittadino di Regalbuto, dopo il suo azzeramento della Giunta, a seguito delle dimissioni di tre dei quattro assessori (Teresa Perra, Giuseppe Monteleone ed Angelo Plumari con i primi due, poi, riconfermati dal sindaco che ha nominato in giunta, come new – entry, Giuseppe Carambia, attendendo ancora per la nomina del quarto assessore) e della revoca di Domenico Romano, esponente proprio del Movimento Democratico Regalbutese.

Ed il movimento, quindi, in un volantino spiega che Bivona «ha violato quel patto intrinseco tra il candidato sindaco e i cittadini che lo vedevano come il portavoce di un gruppo coeso ed attivo sul territorio regalbutese – si legge -. Il rammarico nasce dalla mancanza di motivazioni concrete di questa scelta, ossia dal fatto che il primo cittadino, il quale dovrebbe conoscere le regole della democrazia, a distanza di pochi anni azzera la Giunta solamente per soddisfare le pretese di chi lo ha tenuto e lo tiene politicamente in pugno – prosegue il documento -. Infatti, nessun accordo politico preso in precedenza prevedeva la sostituzione degli assessori».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X