stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Musumeci in visita ad Aidone e Piazza Armerina
IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

Musumeci in visita ad Aidone e Piazza Armerina

Aidone, Piazza Armerina, Enna, Politica
Musumeci al Museo di Palazzo Trigona
Visita istituzionale nella provincia di Enna ieri per il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Al Palazzo Municipale di Aidone, accolto dal sindaco Sebastiano Chiarenza e dal presidente del Consiglio comunale Francesco Curìa, Musumeci ha incontrato i componenti della giunta e del consiglio comunale. «Il governo regionale è particolarmente vicino alle Comunità delle aree interne, che soffrono lo spopolamento e la carenza di infrastrutture. Stiamo impegnando tutte le risorse extra regionali disponibili per colmare le paurose distrazioni del passato».
 
A seguire, il presidente ha fatto tappa a Piazza Armerina nell'area ex Siace in contrada Bellia, accompagnato dal sindaco Nino Cammarata, e ha visitato il  "Museo della città e del territorio" a Palazzo Trigona della Floresta e di San Cono, finanziato dalla Regione, in cui sono in corso i lavori di ripristino e allestimento che dovrebbero completarsi il mese prossimo. 
 
«Palazzo Trigona è un edificio che ha fatto la storia della città, per tanto tempo disabitato e abbandonato. La Regione Siciliana lo ha fatto diventare Museo archeologico e della storia cittadina, uno spazio che racconta la crescita urbanistica e culturale di Piazza Armerina – ha detto il presidente della Regione Musumeci durante la visita - Se immaginiamo di unire i mosaici di Villa del Casale, il  Museo di Palazzo Trigona, insieme alla buona cucina, l'accoglienza, il patrimonio religioso e artistico monumentale, la vicinanza ad Aidone, con la sua Venere di Morgantina, e ancora a Caltagirone ed Enna, possiamo creare un vero e proprio circuito. Siamo passati dalle parole ai fatti, perché sulla cultura il mio governo sta investendo e perché con la cultura “si mangia”, la cultura dà da vivere a tanta gente».
 
Il museo avrà delle sale dedicate alla storia della città e al suo patrimonio storico-culturale unendo un impianto espositivo tradizionale alle moderne esigenze di fruizione tecnologica e multimediale: oltre agli elementi del periodo preistorico, arcaico, classico ed ellenistico, provenienti dal territorio, esposti nelle vetrine, anche una dotazione multimediale di monitor e tavoli touch-screen per la navigazione interattiva.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X