stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Troina, rivive un rito iniziatico per soli uomini
FESTA DEI RAMI

Troina, rivive un rito iniziatico per soli uomini

di
festa dei rami, TROINA, Enna, Società
Festa dei rami a Troina in una foto d'epoca

TROINA. Il termine vastedda (dall’antico francese gastel o wastel) in Sicilia designa in genere un pane rotondo, per antonomasia a Palermo il «pane con la milza», mentre a Troina è una deliziosa focaccia con i fiori del sambuco (vastedda cu’ sammucu), tradizionalmente associata con la Festa dei Rami, che ogni anno si protrae per ben tre settimane in onore del patrono San Silvestro, monaco basiliano.

A Troina tutto è già pronto: la sera di giovedì circa 600 devoti, tutti rigorosamente maschi, andranno a prendere il «massaro», e partiranno a piedi per l’appuntamento annuale del pellegrinaggio tradizionale, detto «viaggio».

Da quest’anno, nomina sunt omina, il massaro si chiama proprio Luigi Sambuco; come quello di un vero re, e come quella del rais della mattanza, fino a eventuale abdicazione, la sua carica è a vita.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X