Auto e case in fiamme a Nicosia: colpito locale dell'ex sindaco Malfitano

 

 

NICOSIA. Due auto completamente bruciate di cui rimangono solo le carcasse, due case raggiunte dal fuoco, una di queste è il magazzino della farmacia dell’ex sindaco Sergio Malfitano. È questo il bilancio del rogo scoppiato intorno alle 4 e 30 di questa mattina in largo Del Mercato. Danneggiato anche un tubo della rete del gas e completamente fuso un lampione. A dare l’allarme, alle 4 e 40, i residenti della zona svegliati prima dell’alba da forti rumori che hanno squarciato il silenzio e illuminato il buio della notte con fiamme altissime arrivate fino al tetto della casa di proprietà dell’ex sindaco Malfitano.

Immediato l’intervento di vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. Indagano i carabinieri.

Si escluderebbe la natura dolosa e sulla base dei primi rilievi sembrerebbe che l’incendio sia partito da una Peugeot parcheggiata. Dalla Peugeot in fiamme il fuoco avrebbe raggiunto una casa danneggiandone il portoncino in legno che è completamente carbonizzato e subito si sarebbe propagato ad un’altra auto parcheggiata, una Ford Ka. Proprio da questa seconda macchina il fuoco avrebbe raggiunto un tubo della rete del gas che per il forte calore si sarebbe fuso facendo uscire il gas e provocando un boato. Il fuoco avrebbe quindi raggiunto la casa di Malfitano, fondendone la grondaia, e un lampione che è completamente carbonizzato.

I vigili del fuoco non hanno trovato inneschi e questo farebbe pensare agli inquirenti che il rogo sarebbe scoppiato accidentalmente causato, probabilmente, da un cortocircuito sviluppatosi nell’impianto tuning della Peugeot. Le indagini sono in corso. Servizio di Cristina Puglisi

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X