ENNA

Medici malati all'Umberto I: il reparto di pediatria nel caos

di
Tre su tre assenti: l’ospedale prima annuncia la chiusura del reparto e il trasferimento dei bambini. Poi, dopo una segnalazione alla polizia, il dietrofront

ENNA. All'Umberto I di Enna chiude il reparto di Pediatria. Anzi no. Tre medici su tre sono in malattia compreso il primario e la direzione, alle 14,30, dispone il trasferimento dei piccoli pazienti all'ospedale Chiello di Piazza Armerina e quindi la chiusura del reparto. Ma dopo qualche ora, durante le quali i genitori segnalano l'accaduto alla Polizia, la direzione dell’ospedale cambia idea e revoca le disposizioni. Le bambine di 1 e 3 mesi e 4 anni «saranno temporaneamente seguiti dai medici di Neonatologia che si sono prestati», assicura il direttore sanitario, Emanuele Cassarà.

Dopo i terribili fatti di cronaca degli scorsi giorni che ha visto vittime bambini, i genitori della provincia hanno scelto l’ospedale ennese anziché gli altri tre presenti sul territorio per via dell'Utin, l’Unità di terapia intensiva neonatale. Invece ieri, come denunciano, erano stati abbandonati a se stessi. Il reparto quindi non chiude ma di fatto «per cause maggiori e fin quando non rientrerà l'emergenza - spiega ancora Cassarà - i bambini che giungeranno in reparto ad Enna saranno mandati a Piazza Armerina». Conclude il direttore sanitario: «Abbiamo già fatto una delibera per reclutare un neonatologo e un pediatra». Fino a qualche giorno fa il reparto era pieno, tanto che alcuni bambini sono rimasti in attesa di un posto letto in ludoteca, ma nell'arco di pochi giorni tutti sono stati dimessi, forse in prospettiva della chiusura.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X