PROCURA

Farmaci scaduti e prodotti pericolosi, sequestrata la Ipra a Dittaino

di
Secondo la legge, costituiscono rifiuti speciali e come tali vanno smaltiti

ENNA. Farmaci scaduti e prodotti chimici pericolosi si troverebbero all'interno dei laboratori della fabbrica in liquidazione Ipra, nella zona industriale di Dittaino. Per gli investigatori lo smaltimento non sarebbe stato appropriato. Per questo la Procura di Enna, all'esito di un'ispezione svolta dal personale della sezione di polizia giudiziaria del Corpo Forestale dello Stato, ha ordinato il sequestro dell'azienda farmaceutica, attualmente in liquidazione. Lo ha deciso il sostituto procuratore Francesco Rio, che in precedenza aveva ordinato l'ispezione, demandandola al personale della Forestale, nell'ambito di un'attività di prevenzione ambientale, finalizzata a evitare pericoli per la salute pubblica. La sede dell'Ipra, come detto, si trova all'interno della zona industriale. L'industria farmaceutica è sorta nel 1992 per la produzione di soluzioni infusionali di grande e piccolo volume, fiale in plastica iniettabili e soluzioni per dialisi e soluzioni farmaceutiche. Lo stabilimento di produzione, inoltre era stato regolarmente autorizzato dal Ministero della Salute, per gli effetti di un decreto del 2000, anche alla produzione di medicinali veterinari. Attualmente è in liquidazione.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X