stampa
Dimensione testo
ESTORSIONE AGGRAVATA

Piazza Armerina, faceva la cresta ai dipendenti: dovrà scontare 5 anni e 9 mesi

di

Quasi cinque anni fa era stato arrestato, assieme al padre, per estorsione aggravata perché pagava i propri dipendenti la metà di quanto gli spettava, ieri è stato arrestato di nuovo ma questa volta per scontare, nel carcere di Enna, una condanna a 5 anni e 3 mesi di reclusione.

Si tratta del noto imprenditore delle scarpe Pietro Paolo Giunta, originario di Catania ma residente a Piazza Armerina, di 35 anni che è stato arrestato dai carabinieri della Stazione piazzese.

"L’uomo - spiegano dal Comando provinciale dei carabinieri di Enna - riconosciuto definitivamente colpevole del reato di concorso in estorsione continuata, commesso in Messina dal 2004 al 2013, dovrà scontare la pena di anni 5 e mesi 3 di reclusione".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X