stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Latitante georgiano arrestato ad Enna, espulso un connazionale
POLIZIA

Latitante georgiano arrestato ad Enna, espulso un connazionale

di
polizia, Enna, Cronaca
Ivane Gvenetadze

Si aggiravano con fare sospetto nei pressi del parcheggio di un noto supermercato di Enna Bassa ma sono stati sorpresi dai poliziotti della Squadra Mobile e fermati. Si tratta di due georgiani: Ivane Gvenetadze, 36enne, sul quale pendeva un ordine di carcerazione per per fatti concernenti il 2016 (stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti) e condannato alla pena di mesi 10 di reclusione e alla ammenda di 2000 euro; e di un connazionale, privo di documenti, che è stato accertato essersi trattenuto nel territorio dello Stato in violazione della normativa in materia di immigrazione.

Ieri pomeriggio, i poliziotti, dopo averli fermai, li hanno perquisiti e ad uno dei due è stata trovata addosso la “chiave a bussola” e alla domanda degli investigatori sulle ragioni per cui i due uomini si trovassero in quel parcheggio del supermercato, rispondevano "per raccogliere le olive", sostenendo di svolgere tale attività nelle campagne circostanti.

I due sono stati portati in questura per tutti i controlli del caso e i poliziotti si sono accorti che sul più anziano pendeva un ordine di esecuzione, per pena definitiva, emesso dal Tribunale di Milano nell’ottobre di questo anno, e quindi lo hanno immediatamente arrestato.

I poliziotti lo accompagnavano presso la casa circondariale di Enna per la pena definitiva di 10 mesi di reclusione, il connazionale, invece, è stato espulso con provvedimento del Prefetto di Enna.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X