stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Truffa all'Ue sui fondi agricoli anche nell'Ennese, sequestro da mezzo milione a un impreditore
VALGUARNERA CAROPEPE

Truffa all'Ue sui fondi agricoli anche nell'Ennese, sequestro da mezzo milione a un impreditore

Operazione della guardia di finanza, dall'emblematico nome "Terre di nessuno", che ha scoperto nell’Ennese un’altra truffa all’Unione europea sui contributi agricoli. Sequestrati conti correnti e beni per 535 mila euro. Le fiamme gialle del Nucleo di Polizia Economico-finanziaria hanno colpito il patrimonio di un fittizio imprenditore agricolo dell’hinterland catanese, operante a Valguarnera Caropepe.

Il meccanismo della frode, disvelato dalla procura della Repubblica di Enna diretta da Massimo Palmeri, prevede la falsa attestazione di un titolo di conduzione di terreni accompagnato dai cosiddetti «titoli di aiuto», spesso di provenienza illecita, quali chiavi di accesso ai finanziamenti diretti al sostegno e lo sviluppo dell’agricoltura nel territorio. L’analisi della corposa documentazione acquisita, corroborata da indagini finanziarie e verifiche sui luoghi interessati, ha permesso di accertare la truffa ai danni dello Stato e la totale assenza di forme di investimento nelle aree agricole interessate.

Quest’ultima attività riprende i precedenti sequestri nel contesto dell’operazione «Terre di nessuno» che, solo degli ultimi 12 mesi, ha portato al sequestro di 3.297.000 euro. Le operazioni hanno avuto la propria genesi nella provincia di Enna e si sono sviluppate nei territori dei Nebrodi, interessando le province di Messina, Palermo e Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X