DA GDS IN EDICOLA

Risanamento dei centri storici nell'Ennese, in arrivo 7 milioni di euro

di

Superano i 7 milioni di euro i finanziamenti che arriveranno nell'ennese grazie al Programma di investimenti per il risanamento dei centri storici, la sicurezza e la tutela di ambiente e beni culturali. Solo sette Comuni ennesi hanno presentato i progetti partecipando al bando regionale dell'assessorato alle Infrastrutture, che era dedicato ai Comuni con una popolazione inferiore ai 15 mila abitanti, e sono stati tutti finanziati.

Fondi a Regalbuto, Valguarnera, Assoro, Centuripe, Barrafranca, Troina e Agira.

Le cifre più consistenti a Regalbuto e Troina, i due Comuni potranno contare, infatti, su 1.250.000 euro ciascuno. A Regalbuto i fondi serviranno per la manutenzione straordinaria della chiesa di Santa Maria del Carmine, considerata tra le più antiche e belle della città e che esisteva già nel 1400. La chiesa è stata chiusa al culto intorno negli anni Settanta, soprattutto a causa dell'alluvione del 1972 e necessità di un importante intervento soprattuto nell'interno.

A Troina invece l'intervento finanziato è relativo alla realizzazione di opere di urbanizzazione primaria - strada di collegamento tra via Fisicaro e il parcheggio a valle di via Rizza per la mitigazione del rischio idrogeologico del versante che si trova all'interno del centro storico, su cui si sta intervenendo anche con altri importanti interventi.

Ad Agira con 1.194.094,54 euro è stato finanziato il primo stralcio del progetto di riqualificazione urbana ed ambientale con l'arredo del quartiere di Santa Maria, di via Diodorea e di piazza Roma. Ad Assoro il progetto finanziato è quello della riqualificazione per il risanamento di via Angeli, nel centro storico, con 1.122.000 euro. A Centuripe con 1.071.500 euro è prevista la riqualificazione della villa comunale "Corradino".

A Barrafranca il progetto finanziato con 752.758,40 euro è quello del restauro, consolidamento e risanamento conservativo di Maria SS della Purificazione, si tratta della chiesa madre della città che fu costruita nel 1728 in stile barocco. Il finanziamento più piccolo a Valguarnera per il restauro, il consolidamento e il risanamento conservativo della chiesa di San Liborio, con un importo complessivo di 565.380,77 euro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X