stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Delitto di Aidone, il procuratore: «Ha ucciso la madre perché non voleva andare in una casa di riposo »

Delitto di Aidone, il procuratore: «Ha ucciso la madre perché non voleva andare in una casa di riposo »

Non voleva saperne di andare in una casa di riposo e per questo litigava con la figlia. L’ultima lite è stata fatale per Vittoria Malaponti, 69 anni, uccisa dalla figlia Maria Gozza di 47.

Messa alle strette, l’assassina ha confessato davanti al procuratore di Enna Massimo Palmeri e al comandante provinciale dei carabinieri Angelo Franchi. A rivelare il movente del delitto è il procuratore: «Si tratta di una triste vicenda familiare con un movente riconducibile alla necessità di ricoverare l’anziana vittima e a dissidi intercorsi con l’autrice dell’insano gesto che è stato ricostruito dai carabinieri e dal sostituto procuratore».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X