stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura "No name", la canzone dell'ennese Incudine nel corso di studi della New Jersey City University

"No name", la canzone dell'ennese Incudine nel corso di studi della New Jersey City University

Il brano della cantautrice ennese Francesca Incudine, dal titolo "No name", è stato inserito in un corso della New Jersey City University. La canzone è una riflessione sull'incendio della Triangle di New York - la fabbrica della "camicette bianche" - il 25 marzo 1911. Qui persero la vita 146 persone, tra queste anche giovani donne italiane.

A tenere le lezioni è la professoressa Edvige Giunta, anche lei siciliana infatti è originaria di Gela ma che da 37 anni vive in America.

“La prima volta che ho ascoltato la canzone di Francesca – ha spiegato la professoressa Giunta - ho sentito la presenza di un coinvolgimento personale nel testo lirico ed inquietante della canzone, nella voce che in maniera viscerale intreccia la poesia spezzata del siciliano e dell'italiano, nelle parole che si incontrano e si mescolano, un ibrido linguistico così familiare per me".

Il brano è inserito nell'album Tarakè, già vincitore della targa Tenco 2018 per il miglior album in dialetto.

"No name" - si legge in una nota - vuole essere "un canto di dolore per le lavoratrici della fabbrica".ù

“Credo fosse necessario contestualizzare e parlare di dati storici come fa un cronista. Mi sono messa nei panni non solo di una cantautrice ma di un cronista - ha spiegato Incudine - perché la cronaca ha quel taglio lucido, a volte pietrificante che ti mette in una posizione di ascolto".

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X