IL CASO

Niente cibo «extra» alla mensa scolastica del Guarnaccia a Pietraperzia

di
Al Guarnaccia nuova disposizione:«Non è permesso portare cibi e bevande da casa, recepiremo solo diete legate alla salute o a motivi religiosi»

PIETRAPERZIA. Al comprensivo "Vincenzo Guarnaccia", disposizioni sul servizio mensa dal dirigente scolastico Antonio Arcangelo Amoroso. «Non è permesso - scrive il dirigente scolastico Amoroso in una sua circolare - portare cibi e bevande da casa da consumare durante o dopo il pasto. I genitori devono astenersi dal rifornire il proprio figlio, durante l'interscuola, di qualsiasi alimento rispetto la somministrazione di alimenti e del servizio gestito dall'Ente locale ad eccezione di un semplice panino».

«La scuola e il servizio di refezione - scrive ancora il dirigente Antonio Amoroso - recepiscono le richieste dei genitori circa diete particolari dovute a ragioni di salute (documentate da certificato del nutrizionista ) o di tipo religioso. Le richieste devono essere fatte al momento dell'iscrizione e avranno carattere permanente salvo ulteriore diversa richiesta del genitore». Poi precisa che «destinatari del servizio mensa sono tutti gli alunni iscritti alla scuola dell'infanzia, della scuola primaria e secondaria di primo grado con tempo scuola a tempo pieno.

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI ENNA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X