stampa
Dimensione testo
COMUNE

Sì al piano di riequilibrio, dissesto scongiurato a Leonforte

di
Programma economico-finanziario da tre milioni di euro. Il sindaco Sinatra: «Una boccata d’ossigeno per i nostri conti»

LEONFORTE. Tecnicamente, sarebbe il salvagente destinato a salvare il Comune dal dissesto economico-finanziario. Dopo due clamorose bocciature del documento proposto dalla giunta, il consiglio comunale dice si all'avvio delle procedure per il piano di riequilibrio economico-finanziario. Sarà elaborato direttamente in commissione e dall'aula, di concerto con l'amministrazione del sindaco Francesco Sinatra, ma la parola finale - oltre all'elaborazione stessa, presumibilmente, del documento - spetterà ai consiglieri.

Il si alla procedura è passato a maggioranza, con il voto sfavorevole dei soli consiglieri di Progettare Futuro (e alcuni assenti). Il sindaco Sinatra tira un sospiro di sollievo, in pratica, lui che dopo la bocciatura del piano era stato costretto a ricorrere a prestiti e anticipazioni di cassa per far fronte anche all'ordinaria amministrazione. "Il piano di riequilibrio, che auspico non sia inferiore ai 3 milioni di euro - afferma Sinatra - sarà una boccata d'ossigeno. Il problema più grosso che avevamo era la stabilità dei 55 precari, che altrimenti, come finalmente hanno capito tutti, se ne sarebbero andati a casa". Adesso, in sostanza, il default sembra più lontano, anche se non è di certo un pericolo sventato.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X